Top
Sopra e sotto il mare – MAXXI A[R]T WORK
fade
6856
post-template-default,single,single-post,postid-6856,single-format-audio,eltd-core-1.1.1,flow child-child-ver-1.0.0,flow-ver-1.3.6,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default

Sopra e sotto il mare

L’opera di Hassan Mousa,  “La multiplication des éclairs au large de Lampedusa”,  presentata nell’ambito della mostra African Metropolis. Una città immaginaria, pone sulla stessa tela i contrasti (economici e culturali) tra l’ opulenza dei paesi occidentali e la miseria che spine tante persone ad abbandonare  la terra natia.

 

Povertà morale e materiale convivono nella stessa opera.

 

La grande tela racconta per immagini la tragedia di Lampedusa, centinaia di profughi annegati sul fondo del mare e, in contrapposizione altrettanti dolcetti colorati sembrano volare sulla superficie del Mediterraneo.

Una moltiplicazione dei pani e dei pesci contemporanea è il presupposto per l’audio narrazione scritta e interpretata da Federica Martiello, Lucia Cristofari, Marta Nolano del Liceo Classico Statale Giulio Cesare di Roma.

 

Regia montaggio di Marco Stefanelli.

Museo MAXXI
Federico Borzelli

Marketing territoriale e Formazione per il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo.