Top
Caro MAXXI ti scrivo – MAXXI A[R]T WORK
fade
5049
post-template-default,single,single-post,postid-5049,single-format-video,eltd-core-1.1.1,flow child-child-ver-1.0.0,flow-ver-1.3.6,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default

Caro MAXXI ti scrivo

Con una lettera e un video abbiamo deciso di fare omaggio al MAXXI. 

 

Arte. Arte è tutto ciò che comunica qualcosa, passando per gli occhi e colpendo direttamente l’anima.

Infatti, pensandoci, è nell’arte che è racchiusa l’anima di ogni artista.

 

L’arte può trovarsi in ogni dove, anche nelle piccole azioni quotidiane, ma la casa dell’arte è il museo.

 

Nel museo l’arte è immortale, perché quest’ultimo è la sua casa e anche noi, proprio come lei, rimarremo eterni nei luoghi in cui abbiamo vissuto.

Grazie all’Alternanza scuola-lavoro, abbiamo avuto l’opportunità di conoscere al meglio il MAXXI, museo dell’arte contemporanea.

Appena varcata la soglia, ci è sembrato di entrare in un’altra dimensione, poiché non è solito per noi vedere un museo così particolare e ricco di originalità.

 

Ovviamente, spiegheremo il motivo per il quale ne siamo rimaste così affascinate: il MAXXI è un edificio possente che rimanda, visto dall’alto, alla ramificazione di un fiume e proprio come l’acqua che scorre, noi siamo “invitati” a vagare nelle varie gallerie.

 

Inoltre, altri aggettivi che lo qualificano sono: l’eleganza, la luminosità, la maestosità e la dinamicità.

 

Basandoci sulla nostra esperienza all’interno della struttura, possiamo affermare con certezza che il museo ci ha donato molto senza volere nulla in cambio, ci ha dato la possibilità di scoprirci e di scoprire un mondo nuovo anche dentro ognuno di noi.

 

Abbiamo conosciuto persone competenti che ci hanno guidato durante la nostra permanenza, facendo di noi degli artisti.

Per concludere, il MAXXI non è solo la casa dell’arte, ma per quei giorni è stata anche la nostra e degli studenti della facoltà di Storia dell’arte che si recavano lì ogni giorno per studiare nel luogo più adatto a loro.

 

Vale la pena visitare il MAXXI perché è un luogo che permette di evadere dalla solita classica realtà.

 

 N.b. Le fotografie scattate dopo il laboratorio dedicato alla fotografia, a cura di Gianfranco Fortuna, ci ha permesso di montare il video realizzato dagli stessi autori dell’articolo.

 

Recensione e video a cura di: Hadeer Alì, Carola Caterino, Martina Di Marco, Giorgia Fina,  Sara Paladini, Sara Reale e Francesca Rocco della IV El del Liceo linguistico Immanuel Kant.

 

Liceo Statale I. Kant