Top
Simone Ciglia – MAXXI A[R]T WORK
fade
5807
professionisti-template-default,single,single-professionisti,postid-5807,eltd-core-1.1.1,flow child-child-ver-1.0.0,flow-ver-1.3.6,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default

Simone Ciglia

Curatore

Sono nato a Pescara nel 1982 e vivo a Roma, dove mi sono trasferito per studiare storia dell’arte contemporanea presso l’Università “Sapienza”. Nella stessa università ho conseguito anche il dottorato di ricerca.

Mi occupo principalmente di arte e critica d’arte del secondo Novecento.

 

Ho curato diverse mostre – fra cui Fuoriuso 2016 Avviso di garanzia (con Giacinto Di Pietrantonio), I would prefer not to. Esercizi di sottrazione nell’ultima arte italiana nell’ambito della 16a Quadriennale di Roma (con Luigia Lonardelli, 2016) e sono stato assistente curatore di Da io a noi: la città senza confini (Palazzo del Quirinale, 2017) – e scritto per cataloghi e riviste specializzate.

Sono stato docente presso l’Accademia di belle arti di Frosinone, e ho collaborato con Zanichelli e Treccani.

Sono corrispondente per la rivista “Flash Art” e assistente ricercatore presso il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma.

 

A MAXXI A[R]T WORK ho raccontato il mio percorso professionale nell’intento di offrire agli studenti uno spaccato del sistema dell’arte.