Top
Boia, maschere e segreti: L'Horror italiano degli anni Sessanta - Scheda - MAXXI A[R]T WORK
fade
9872
post-template-default,single,single-post,postid-9872,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow child-child-ver-1.0.0,flow-ver-1.3.6,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default

Boia, maschere e segreti: L’Horror italiano degli anni Sessanta – Scheda

Boia, maschere e segreti: L’Horror italiano degli anni Sessanta

di Steve Della Casa, Italia 2019, 75’

Documentario edito

 

Negli anni Sessanta il cinema horror conosce una stagione di grandi successi ovunque.

Per la prima volta anche da noi si realizzano piccoli film che hanno però un grande successo in tutto il mondo, scoprendo una sorta di approccio italiano al genere.

Con il contributo di alcuni maestri (Dario Argento, Pupi Avati) e di importanti critici francesi, Della Casa, tra i maggiori esperti di questo mondo di film, mette a fuoco ed esplora – grazie ad una superba compilation di scene restaurate del genere – un’idea originale di horror, nel quale l’estetica pop, l’invenzione della messa in scena e le fantasie trasgressive hanno un ruolo cruciale.

 

 

 

 

 

Il trailer ufficiale 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MiBACT e MIUR

Museo MAXXI
Federico Borzelli

Marketing territoriale e Formazione per il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo.